Le principali festività in islanda

Gli islandesi accolgono la fine dell’inverno e l’inizio dell’estate con sfilate colorite e divertimenti per le strade, a cui vale la pena partecipare.

E’ la festa del primo giorno dell’estate, festa pubblica risalente ai tempi antichi quando la vita era strettamente legata ai cicli della natura, che coincide con l’ultimo giorno di aprile.

La celebrazione più sentita e più affollata è quella del 17 giugno,  che festeggia il giorno dell’indipendenza dalla Danimarca e la fondazione della Repubblica d’Islanda.

La mattina, chi si troverà a Reykjavik per partecipare ai festeggiamenti, assisterà ad una festa dalle note solenni e patriottiche, mentre nel pomeriggio la festa acquista un’atmosfera familiare.

Da non perdere è anche la giornata dei pescatori, “Sjómannadagurinn”, dedicata ai marinai, quando tutte le navi e i pescherecci tornano in porto. Si festeggia a giugno, la prima domenica, nella capitale e in tutte le città portuali dell’Islanda.

Sempre in estate si tiene la festa di “Mezza Estate” (24 giugno) quando, secondo la tradizione, la rugiada della notte di mezza estate possiede magici poteri curativi e chi vi si rotola può guarire da 19 diversi malanni.

Ferragosto, in Islanda, si festeggia nel primo fine-settimana di agosto, con scampagnate e campeggio.

Anche la nota maratona di Reykjavik viene ormai menzionata tra le feste tradizionali ed ogni anno, ad agosto, vede sfilare migliaia di atleti islandesi e stranieri attratti dall’aria estiva fresca e pura dell’Islanda.

Molto sentito è anche il campionato equestre del cavallo islandese, che si tiene a luglio nell’Islanda del nord, meta degli appassionati di ippica provenienti da tutto il mondo. Tendopoli con gare e spettacoli di equitazione, in groppa al puro cavallo di razza islandese.

Infine una delle feste tradizionali più caratteristiche è il festival vichingo che ogni anno si tiene nel porto di Hafnarfjörður cui assiste un pubblico internazionale.

Il Natale è la festività più sentita dagli islandesi, con 13 diversi Babbi Natale in giro per le vie delle città, cantando e scherzando.

Da non perdere i deliziosi buffet di natale, con piatti tradizionali quali l’agnello affumicato, la pernice delle nevi e la renna.

La notte di Capodanno si festeggia con fuochi artificiali e spettacoli pirotecnici cui tutti prendono parte.

   jessica mauri 2a