Il Vittoriale degli italiani: il corridoio del Labirinto

Il nome deriva dall’emblema del Labirinto, che si ripete sulle porte e sulle rilegature dei libri, ricavato da quello del Palazzo Ducale di Mantova. Alle pareti ci sono circa 2.000 volumi, prevalentemente di letteratura francese.

Dal motto del Labirinto D’Annunzio aveva tratto il titolo del romanzo “Forse che sì,  forse che no”.